BENEFICI FISCALI

Lo Stato ripaga la tua generosità!

Tutte le donazioni all’Associazione “il Solco” godono di benefici fiscali per le onlus, devi solo scegliere se dedurre o detrarre l’importo donato.

PRIVATI: quando spetta lo sconto fiscale e in che misura.

TIPO DI LIBERALITA'

erogazioni in denaro e in natura

AGEVOLAZIONE SPETTANTE (riferimenti normativi)

in alternativa, una delle seguenti:
a) deducibilità nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, fino all’importo massimo di 70.000 euro
b) solo le erogazioni in denaro, detrazione dall’IRPEF del 19% dell’erogazione (calcolata sul limite massimo di 2.065,83 euro)
D.L. 35/2005 – art. 14, comma 1 – e successive modificazioni e integrazioni TUIR – art. 15, comma 1, lett. i-bis)

IMPRESE: quando spetta lo sconto fiscale e in che misura

TIPO DI LIBERALITA’

erogazioni in denaro e in natura
cessione di prodotti alimentari e di farmaci
cessione di altri beni prodotti e scambiati dall’impresa
spese per l’impiego di lavoratori dipendenti utilizzati per prestazioni di servizio erogate alle ONLUS

AGEVOLAZIONE SPETTANTE (riferimenti normativi)

in alternativa, una delle seguenti:
a) deducibilità nel limite del 10% del reddito complessivo dichia- rato, fino all’importo massimo di 70.000 euro;
b) deducibilità, ma solo per le erogazioni in denaro, dal reddito di impresa dichiarato nella misura massima di 2.065,83 euro o del 2% del reddito di impresa dichiarato
D.L. 35/2005 – art. 14, comma 1 – e successive modificazioni e integrazioni TUIR – art. 100, comma 2, lett. h)
costi deducibili dal reddito di impresa senza alcun limite le cessioni non costituiscono ricavi o plusvalenze
D. Lgs. n. 460 del 4 dicembre 1997 – art. 13, comma 2
il costo sostenuto per la produzione e l’acquisto non deve essere superiore a 1.032,91 euro.
Il costo concorre, con le altre erogazioni in denaro alle Onlus, alla formazione del limite di deducibilità (2.065,83 euro o 2% del reddito di impresa dichiarato)
D. Lgs. n. 460 del 4 dicembre 1997 – art. 13, comma 2
deducibili dal reddito di impresa nel limite del cinque per mille del costo totale di lavoro dipendente risultante dalla dichiarazione dei redditi
TUIR – art. 100, comma 2, lett. i)